Seleziona una pagina

Tutti sappiamo che frutta e verdura fanno bene alla nostra salute, e che 2 terzi del nostro piatto giornaliero deve essere composto da questi, ma è molto importante anche sapere da dove proviene quello che mangiamo.

La prima regola è quella delle stagioni, tutto ciò che viene coltivato fuori stagione è un prodotto coltivato con luce artificiale, spesso portato a maturazione in celle frigorifere, e coltivato con massicce quantità di pesticidi e di altre sostanze chimiche (per poter ottenere quello che la natura non permette di produrre); di conseguenza saranno prodotti con un minor contenuto di nutrienti, sali minerali, vitamine. Inoltre tutto questo porta anche a un aumento notevole dei costi.
QUINDI: seguire le stagioni porta ad un prodotto di qualità più alta, che sarà sicuramente più salutare ed ad un risparmio economico.
Inoltre sarebbe consigliabile che la frutta e verdure consumate fossero Biologiche o da provenienza conosciuta, perché?:

  • Più ricchi in nutrienti, maggior quantità di vitamina C, antiossidanti e minerali, calcio, ferro, cromo e magnesio.
  • Sono liberi dalle neurotossine, le tossine che sono dannose per il cervello e le cellule nervose.
  • Sono cibi reali e non fabbriche di pesticidi.
  • Per ridurre l’inquinamento della nostra acqua potabile.
  • Il biologico sostiene la terra e quindi il futuro dei nostri figli.
  • Garantire il sostentamento delle famiglie di agricoltori indipendenti
  • Un sapore migliore rispetto all’equivalente cresciuto con pesticidi.
  • Il cibo biologico non è esposto al processo di maturazione artificiale con gas.
  • Può ridurre il rischio di cancro. L’EPA, l’Agenzia statunitense per la Protezione dell’Ambiente considera il 60% degli erbicidi, il 90% dei fungicidi e il 30% degli insetticidi come potenzialmente cancerogeni. E’ ragionevole pensare che la rapida crescita della percentuale di cancro sia almeno in parte relazionata con l’uso di questi pesticidi cancerogeni.
  • Sostiene una maggior biodiversità.

Fonte: Reasons to Eat Organic Food di Michelle Schoffro Cook, dalla pagina di Planet Green

Pin It on Pinterest