Seleziona una pagina

Settembre ‘diVino’

Settembre diVino tempo di vendemmia, ogni anno si ripete un rito che ha un fascino inebriante…

Si dice che la vite sia una pianta che esiste, in forma spontanea, da 300.000 anni e le più antiche tracce di coltivazione sono state ritrovate sulle rive del mar Caspio e nella Turchia orientale. Pare che il vino sia una bevanda ottenuta per caso, da dei grappoli d’uva dimenticati in una giara che da soli hanno iniziato a fermentare, creando un liquido diVino…

Tanto da raccontare

Del vino si dice tanto e tanto c’è da dire, si tratta di un mondo davvero vasto e affascinante. Tutto inizia con una piccola pianta che sposa un determinato terreno, la loro unione regala un frutto con delle caratteristiche particolari che solo quella pianta in quel terreno può dare. Quelle stesse caratteristiche che si ritroveranno quando quel frutto si trasformerà in quel succo divino. Quando porteremo quel liquido con le sue caratteristiche uniche agli occhi, al naso e piano, piano alla bocca, dove si scoprirà il risultato ottenuto da quel perfetto matrimonio… Il vino è come un amore capriccioso, Il suo fascino è ‘la sua continua trasformazione’.

Del Vino ci s’innamora

Tutto quello che ci racconta, infinite storie, tutte diverse…Bisogna imparare ad ascoltarlo e non darlo mai per scontato. Per imparare ad apprezzare tutto il suo mondo, non c’è niente di più affascinante che vedere una vigna, la sua trasformazione, le lavorazioni, il grappolo che cresce, i colori che cambiano…Come un bambino finalmente arriva alla maturazione, e adesso grande festa, raccogliendo i frutti che questo viaggio porta ogni stagione…Siamo solo l’inizio, dal lavoro della terra a quello dell’uomo con la vinificazione  e la trasformazione chimica e poi ancora la cantina….Continua  anche quando è ormai nella bottiglia…Sposa il tempo, matura, aspetta di essere aperto, d’incontrare l’ossigeno, rimescolarsi e ritrasformarsi nuovamente da li a pochi minuti, ore…Materia viva in continua evoluzione.

Una volta nella vita bisognerebbe provare a fare una vendemmia, certo è faticoso, ma ti lascia addosso grandi sensazioni. Una fatica ben ricompensata, un lavoro di squadra a diretto contatto con la natura. Spesso diamo molte cose per scontate, ma conoscere quello che non si vede, capire il lavoro che i vari passaggi richiedono, ha un gusto inspiegabile.

L’Italia è arrivata a essere il primo produttore al mondo, superando anche la Francia; che dire?…non ci possiamo lamentare…Ogni regione ha i suoi vini, ogni zona le sue caratteristiche, abbiamo una vasta gamma dalla quale attingere per accontentare tutti i palati. Vale la pena anche osare e andare oltre, fuori confine. Provare, testare e confrontare. Questo è l’unico modo per capire e imparare a degustare.

Settembre DiVino!
Ovviamente si beve con moderazione e coscienza, altrimenti non è più un piacere.

Pin It on Pinterest